skarn è a grana grossa rocce metamorfiche che si forma per metasomatismo. Chiamate anche tattiti. Gli skarn tendono ad essere ricchi di silicato di calcio-magnesio-ferro-manganese-alluminio minerali che riguardava anche i minerali calc-silicati. Skarn, in geologia, zona metamorfica sviluppata nell'area di contatto intorno roccia ignea intrusioni quando carbonato rocce sedimentarie sono invasi da grandi quantità di silicio, alluminio, ferro, e magnesio. Molti skarn includono anche minerali minerali; diversi produttivi depositi of rame o altri metalli di base sono stati trovati all'interno e nelle vicinanze degli skarn. I magmi granitici e dioritici sono più comunemente associati agli skarn. Gli skarn possono formarsi per metamorfismo regionale o di contatto e quindi formarsi in ambienti a temperature relativamente elevate. IL fluidi idrotermali associati ai processi metasomatici possono provenire da magmatici, metamorfici, meteorici, marini o anche da una combinazione di questi. Lo skarn risultante può essere costituito da una varietà di minerali diversi che dipendono fortemente dalla composizione originale sia del fluido idrotermale che del composizione originaria del protolite.

Nome origine: I nomi Skarn derivano dall'antico termine minerario svedese "gangue di silicato", o roccia di scarto, associato a depositi di solfuro di minerale di ferro

Colore: Nero, Marrone, Incolore, Verde, Grigio, Bianco

Granulometria: roccia a grana fine o grossa

Gruppo: Roccia metamorfica

Struttura: Sono a grana fine, media o grossa.

alterazioni: Idrotermale alterazione

minerali: Principalmente granati e pirosseno con un'ampia varietà di calcsilicati e minerali associati. I minerali di Skarn includono pirosseno, granato, idocrazia, wollastonite, actinolite, magnetite or ematite,

Minerali economicamente importanti: Tungsteno, manganese, oro, rame, zinco, nichel, portare, molibdeno e ferro

Classificazione degli Skarn

Gli Skarn possono essere suddivisi in sottosezioni in base a determinati criteri:

Skarn può essere classificato in base al suo Protolito. Se il protolite sakarn è di origine sedimentaria, può essere indicato come un exoskarn. Se il protolite è una roccia ignota, può essere chiamato endoskarn.

Anche la classificazione degli skarn può essere effettuata in base al protolite osservando la composizione dominante degli skarn e il conseguente assemblaggio di alterazioni. Se lo skarn ha un Olivina, Serpentina, phlogopite, magnesio Clinopirosseno, Ortopirosseno, Spinello, Pargasite e minerali del gruppo Humite, sono caratteristici di un protolite dolomitico e possono essere classificati come skarn magnesiaci.

Gli skarn calcici sono prodotti sostitutivi di a calcare protolite con assemblaggi minerali dominanti contenenti granato, clinopirosseno e wollastonite.

Depositi di Skarn hanno i tipici minerali della ganga skarn ma contengono anche minerali minerali in abbondanza che sono di importanza economica. I depositi di skarn sono quindi classificati in base al loro elemento economico dominante, come il deposito di skarn di rame (Cu) o il deposito di skarn di molibdeno (Mo) per citarne alcuni.

Depositi di skarn Fe (Cu, Ag, Au).

L'impostazione tettonica per gli skarn calcici Fe tende ad essere gli archi delle isole oceaniche. Il padrone di casa rocce tendono ad essere gabbros a sienite associato a calcare intruso. L'impostazione tettonica per gli skarn di magnesio Fe tende ad essere il margine continentale. Le rocce ospiti tendono ad esserlo granodiorite a granito associato all'intrusione dolomite e dolomitico rocce sedimentarie. La magnetite è il minerale principale in questi tipi di depositi di skarn che la sua qualità rende dal 40 al 60%. Calcopirite, Bornite e pirite sono i minerali minori.

Cu (Au, Ag, Mo, W) depositi di skarn

L'impostazione tettonica per i depositi di Cu tende ad essere i plutoni di tipo andino che si intromettono negli strati carbonatici del margine continentale più vecchi. Le rocce ospiti tendono ad esserlo quarzo diorite e granodiorite. Pirite, calcopirite e magnetite si trovano tipicamente in maggiore abbondanza.

Tipi di Depositi Skarn

Una classificazione descrittiva degli skarn può essere basata sui minerali economici dominanti.

1. Skarn di ferro

I più grandi depositi di skarn, con molti oltre 500 milioni di tonnellate. Sono estratti per la loro magnetite. Possono essere presenti quantità minori di Ni, Cu, Co e Au, ma in genere viene recuperato solo Fe. Sono prevalentemente magnetite, con solo ganga di silicato minore.

2. Skarn d'oro

La maggior parte degli skarn d'oro sono associati a diorite relativamente mafica - plutoni di granodiorite e complessi di dighe/davanzali. Alcuni grandi skarn Fe o Cu hanno Au nelle zone distali. C'è la possibilità che altri tipi di skarn abbiano metalli preziosi da scoprire se l'intero sistema non è stato esplorato.

3. Skarn di tungsteno

Questi si trovano in associazione con plutoni calc-alcalini nelle principali cinture orogeniche. Sono associati a batoliti equigranulari a grana grossa (con pegmatite e dicchi aplite), circondati da aureole metamorfiche ad alta temperatura. Questo è indicativo di un ambiente profondo.

4. Skarn di rame

Questi sono il tipo più abbondante al mondo e sono particolarmente comuni nelle zone orogeniche legate alla subduzione sia in ambienti continentali che oceanici. La maggior parte sono associati a plutoni porfirici con rocce vulcaniche co-genetiche, venature, fratture fragili, brecciazioni e intensa alterazione idrotermale. Queste caratteristiche sono tutte indicative di un ambiente relativamente poco profondo. I più grandi skarn di rame possono superare 1 miliardo di tonnellate e sono associati a depositi di rame di porfido.

5. Skarn di zinco

La maggior parte si verifica in ambienti continentali associati a subduzione o rifting. Sono anche estratti per piombo e argentoe sono di alta qualità. Si formano nella zona distale per associarsi rocce ignee.

6. Skarn al molibdeno

La maggior parte sono associati a graniti leucocratici (privi di minerali ferromagnesiaci) e formano piccoli depositi ad alto grado. anche altri metalli sono comunemente associati, il più comune è lo skarn Mo-W-Cu.

7. Skarn di latta

Questi sono quasi esclusivamente associati a graniti ad alto contenuto di silice generati dallo scioglimento parziale della crosta continentale. L'alterazione di Greisen da parte del fluoro produce un caratteristico giallastro mica.

Composizione di Skarn

Skarn è composto da minerali silicati di calcio-ferro-magnesio-manganese-alluminio. I depositi di Skarn sono fonti di valore economicamente importanti, quali metalli come tungsteno, manganese, oro, rame, zinco, nichel, piombo, molibdeno e ferro.

Uno skarn è formato da vari processi metasomatici durante il metamorfismo tra due unità litologiche adiacenti. Skarn può formarsi in quasi tutti i tipi di litologia come roccia scistosa, granito e basalto ma la maggior parte degli skarn si trovano in litologie contenenti un calcare o una dolomite. È comune trovare skarn vicino ai plutoni, lungo guasti e le principali zone di taglio, nei sistemi geotermici poco profondi e sul fondo del fondale marino. IL mineralogia di roccia skarn solitamente altamente imparentata con il protolite.

I minerali di Skarn sono principalmente granati e pirosseni con un'ampia varietà di silicato di calcio e minerali associati. I minerali di Skarn sono inclusi pirosseno, granato, idocrasi, wollastonite, actinolite, magnetite or ematite, epidoto e scapolite. Poiché gli skarn sono formati da fluidi acquosi ricchi di elementi incompatibili e silicei, nell'ambiente degli skarn si trovano una varietà di tipi di minerali non comuni, come: tormalina, topazio, berillo, corindone, fluorite, apatite, barite, strontianite, tantalite, anglesite e altri.

Formazione Skarn

In generale, ci sono due tipi principali di skarn che sono gli esoskarn e gli endoskarn.

Gli esoskarn sono più comuni degli endoskarn. Gli esoskarn si formano sul corpo tranne che intrusivo che entra in contatto con le unità carbonatiche. Si formano quando i fluidi rimasti dalla cristallizzazione dell'intrusione vengono espulsi dalla massa negli stadi calanti di messa in posto. Quando questi fluidi vengono a contatto con rocce reattive, generalmente rocce carbonatiche come calcare o dolomite, i fluidi reagendo con loro, producono alterazione. Anche altro nome di questo metasomatismo di infiltrazione di produzione

Endoskarn che si formano all'interno del corpo intrusivo dove sono state prodotte fratture, giunti di raffreddamento e stockworks, il che si traduce in un'area permeabile. L'area permeabile può incorporare dallo strato di carbonato. I fluidi idrotermali magmatici che sono stati trasportati o creati dall'intrusione interagiscono con il materiale carbonatico e formano l'endoskarn. Gli endoskarn sono considerati rari. Sia la composizione che le trame del protolite giocano un ruolo importante nella formazione dello skarn risultante

D'altra parte lo skarn di reazione è formato dal metamorfismo isochemşcak che si verifica su unità litologiche sedimentarie a strati sottili che comporta un trasferimento metasomatico su piccola scala (forse centimetri) di componenti tra unità adiacenti.

Skarnoid è una roccia calc-silicato che è una roccia a grana fine ma povera di ferro. Ha fondato bugie tra a hornfel e uno skarn a grana grossa. Generalmente lo skarnoid tende a riflettere la composizione della roccia protolitica.

Il deposito di Skarn subisce principalmente una transizione dal metamorfismo iniziale che forma hornfel, skarn di reazione e skarnoidi al metamorfismo tardivo che forma skarn a grana relativamente più grossolana e portatori di minerali. L'intrusione di magma innesca il metamorfismo di contatto nella regione in cui sono presenti rocce sedimentarie e di conseguenza si formano. La ricristallizzazione e il cambiamento di fase di un hornfel riflettono la composizione del protolite. Dopo la formazione di un hornfel, si verifica un processo chiamato metasomatismo che coinvolge fluidi idrotermali associati a magmatici, metamorfici, marini, meteorici o anche un mix di questi. Questo processo è chiamato metamorfismo isochimico e può comportare la produzione di un'ampia gamma di minerali calcsilicati che si formano in unità litologiche impure e lungo i confini fluidi dove si verifica il metasomatismo su piccola scala (argillite e calcare e formazione di ferro a bande).

Un antiskarn è una roccia calc-silicato formata dal metasomatismo diretto di rocce silicatiche da parte di un magma di carbonatite. Queste rocce sono caratterizzate da un assemblaggio ad alta temperatura di clinopirosseno diopsidico, olivina e wollastonite e un'apparente mancanza di igneo calcite.

Usi Skarn

Una varietà di pietre preziose è stata trovata nei depositi di skarn, con granato, rubinoe Zaffiro essere eventi comuni negli skarn.

Creazione di opere d'arte, Pietra preziosa, gioielli, flusso metallurgico, fonte di magnesia (MgO)

Come flusso nella produzione di acciaio e ghisa, come agente di sinterizzazione nell'industria siderurgica da elaborare Minerale di ferro, As Dimension Stone, produzione di oro e argento, produzione di refrattari di magnesio e dolomite

Come pietra da costruzione, come pietra da rivestimento, decorazione da giardino, pietra per lastricati

Altre informazioni importanti su Skarn

Le rocce che contengono granato o pirosseno come fasi principali, sono a grana fine, prive di ferro e hanno aspetti simili a skarn, sono generalmente chiamate skarnoid. Skarnoid quindi è lo stadio intermedio di un Hornfel a grana fine e di uno skarn a grana grossa.

Tipi non comuni di skarn si formano a contatto con rocce sulfidiche o carboniose come scisti neri, grafite scisti, formazioni di ferro legato e, occasionalmente, sale o evaporati. Qui i fluidi reagiscono meno attraverso lo scambio chimico di ioni, ma a causa del potenziale di ossidazione redox delle rocce della parete

Referenze

  • Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.
  • Collaboratori di Wikipedia. (2019, 29 aprile). Skarn. In Wikipedia, l'enciclopedia libera. Estratto 22:48, 7 maggio 2019, da https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Skarn&oldid=894634204