Il corindone è un minerale di cui è composto principalmente alluminio ossido di alluminio (Al2O3) ed è una delle forme cristalline presenti in natura di ossido di alluminio. È un minerale molto duro ed è comunemente usato come abrasivo in varie applicazioni industriali. Il corindone è anche noto per il suo alto punto di fusione e l'inerzia chimica, che lo rendono utile nelle applicazioni refrattarie.

Il corindone si trova in vari colori, tra cui rosso, blu, verde, giallo, marrone e bianco. Il colore del corindone è determinato dalla presenza di alcune impurità, come ad esempio ferro, cromo, o titanio. Ad esempio, il corindone che contiene impurità di cromo apparirà rosso ed è noto come rubino, mentre il corindone che contiene impurità di ferro e titanio apparirà blu ed è noto come zaffiro.

Il corindone è utilizzato anche nella fabbricazione di vari prodotti, come semiconduttori, componenti elettronici e finestre ottiche, grazie alla sua elevata conducibilità termica e trasparenza ottica. Inoltre, il corindone è usato come a pietra preziosa ed è apprezzato per la sua durezza e durata, con il rubino e lo zaffiro che sono le pietre preziose più popolari e conosciute a base di corindone.

Nel complesso, il corindone è un minerale versatile ampiamente utilizzato in varie applicazioni industriali e commerciali, oltre ad essere una gemma popolare.

Nome: Probabilmente dal sanscrito kurivinda, per rubino, attraverso il tamil kurundam

Gruppo Minerale: Ematite gruppo.

Composizione chimica del corindone

Il corindone è composto principalmente da ossido di alluminio (Al2O3), che rappresenta oltre il 95% della sua composizione chimica. Oltre all'alluminio e all'ossigeno, il corindone può contenere piccole quantità di altri elementi come impurità, che possono alterarne il colore e altre proprietà. Alcune impurità comuni trovate nel corindone includono ferro, cromo, titanio e vanadio. La presenza di queste impurità può dare origine a diverse varietà colorate di corindone, come il rubino (rosso) e lo zaffiro (blu). L'esatta composizione chimica del corindone può variare a seconda della fonte e del luogo in cui si trova, ma il contenuto di ossido di alluminio rimane il componente principale in tutti i casi.

Proprietà fisiche del corindone

Colore Tipicamente dal grigio al marrone. Incolore quando puro, ma tracce di vari metalli producono quasi tutti i colori. Il cromo produce il rosso (rubino) e le combinazioni di ferro e titanio producono il blu (zaffiro).
Striscia Incolore (più duro della piastra per striature)
Luster Adamantino a vitreo
Diafanità Trasparente, da traslucido a opaco
sfaldamento Nessuno. Il corindone mostra una divisione perpendicolare all'asse c.
Mohs Durezza 9
Peso specifico Da 3.9 a 4.1 (molto alto per un minerale non metallico)
Proprietà diagnostiche Durezza, elevato peso specifico, cristalli esagonali talvolta rastremati a piramide, troncatura, lucentezza, frattura concoidale
Sistema di cristallo Esagonale
Tenacia Fragile
Separazione Divisione romboedrica e basale {0001}, talvolta perfetta ma interrotta; anche il {1011} per dissoluzione (Boehmite), osservato su grandi blocchi (Georgia, USA).
Frattura Irregolare/irregolare, concoidale
Densità 3.98 – 4.1 g/cm3 (misurato) 3.997 g/cm3 (calcolato)

Proprietà ottiche del corindone

Il corindone ha diversi importanti proprietà ottiche che lo rendono molto apprezzato come pietra preziosa. Ecco alcune delle principali proprietà ottiche del corindone:

  1. Indice di rifrazione: L'indice di rifrazione del corindone è relativamente alto, con un valore di circa 1.76. Ciò significa che la luce che passa attraverso la pietra è piegata ad un angolo relativamente acuto, che può creare un aspetto luminoso e scintillante.
  2. Birifrangenza: Il corindone mostra birifrangenza, il che significa che divide la luce in due raggi mentre passa attraverso la pietra. Questo può creare un effetto a doppia immagine in determinate direzioni.
  3. Pleocroismo: Il corindone presenta pleocroismo, il che significa che può apparire di colori diversi se visto da diverse angolazioni. Ad esempio, lo zaffiro blu può apparire blu scuro se visto da un angolo e azzurro da un altro.
  4. Dispersione: Il corindone ha una dispersione relativamente alta, il che significa che può dividere la luce bianca nei suoi colori componenti, creando un effetto arcobaleno.
  5. Trasparenza: Il corindone di alta qualità è altamente trasparente, permettendo alla luce di passare attraverso la pietra senza assorbimento o dispersione significativi.

Nel complesso, le proprietà ottiche del corindone contribuiscono alla sua bellezza e valore come pietra preziosa, in particolare in esemplari di alta qualità come rubino e zaffiro.

Formazione e presenza di corindone

Il corindone si forma in condizioni di alta pressione e alta temperatura, tipicamente in metamorfiche o rocce ignee. Può anche formarsi in placer depositi, quali sono depositi sedimentari che contengono minerali che sono stati erosi dalla loro roccia originaria e trasportati dall'acqua o dal vento. La formazione del corindone comporta tipicamente la concentrazione di alluminio e materiali ricchi di ossigeno, che possono reagire e cristallizzare per formare corindone.

Il corindone si trova più comunemente in rocce metamorfiche, come scisto e gneiss, dove può verificarsi come risultato del metamorfismo regionale o di contatto. In queste impostazioni, il corindone è tipicamente associato ad altri minerali ad alta temperatura, come granato e sillimanite.

Il corindone può anche essere trovato in igneo rocce, come granito e sienite, dove può verificarsi a seguito di differenziazione magmatica o cristallizzazione frazionata. In queste impostazioni, il corindone è tipicamente associato ad altri minerali ad alta temperatura, come feldspato e mica.

Oltre alla sua presenza nelle rocce, il corindone si può trovare anche nei depositi alluvionali, in particolare nei depositi alluvionali o fluviali associati a fiumi e torrenti. In questi ambienti, il corindone si trova tipicamente come piccoli ciottoli o grani arrotondati che sono stati erosi dalla loro roccia originale e trasportati a valle.

Il corindone si trova in molte parti del mondo, tra cui Australia, Brasile, India, Madagascar, Myanmar, Sri Lanka, Tanzania e Stati Uniti. La qualità e il colore del corindone possono variare a seconda della posizione e delle condizioni geologiche specifiche in cui si è formato.

Tipi di corindone

Il corindone è un minerale che si presenta in una varietà di colori e forme, ognuno con le sue proprietà e caratteristiche uniche. Alcuni dei tipi più noti di corindone includono:

  • Ruby: Il rubino è la varietà rossa del corindone e si colora per la presenza di impurità di cromo. Il rubino è una delle pietre preziose più preziose e ricercate al mondo, apprezzata per il suo colore intenso e la sua durata.
  • Zaffiro: Lo zaffiro è la varietà blu del corindone e, come il rubino, è anch'esso colorato dalla presenza di impurità. Lo zaffiro blu è la forma più conosciuta e popolare di zaffiro, ma lo zaffiro può presentarsi in una gamma di colori, tra cui rosa, giallo, verde e viola.
  • Padparadscha: Padparadscha è una varietà rara e molto pregiata di corindone che ha un colore rosa-arancio. Il nome "padparadscha" deriva dalla parola sanscrita per "fiore di loto" e la gemma è molto apprezzata per il suo colore unico e bellissimo.
  • Zaffiro cangiante: Lo zaffiro cangiante è un tipo di corindone che presenta un fenomeno chiamato "effetto alessandrite", in cui il colore della pietra sembra cambiare a seconda delle condizioni di illuminazione. Queste pietre sono tipicamente blu alla luce del giorno e rosso porpora sotto la luce incandescente.
  • Star Sapphire: Lo zaffiro stellato è un tipo di corindone che esibisce un fenomeno chiamato asterismo, in cui un motivo di luce a forma di stella appare sulla superficie della pietra se vista sotto un'unica fonte di luce. Questo effetto è causato dalla presenza di inclusioni aghiformi all'interno della pietra.
  • Corindone bianco: Il corindone bianco è un tipo di corindone incolore o di aspetto bianco. Viene tipicamente utilizzato come abrasivo per la sua durezza e durata.
  • Corindone nero: Il corindone nero è un tipo di corindone dall'aspetto nero o grigio scuro. Viene tipicamente utilizzato come abrasivo, nonché per applicazioni refrattarie grazie alla sua elevata conduttività termica e resistenza chimica.

Usi di pietre preziose di corindone

Il corindone è una delle pietre preziose più preziose e apprezzate al mondo e le sue varietà sono molto ricercate per l'uso in gioielleria e altre applicazioni decorative. Ecco alcuni degli usi più comuni delle pietre preziose del corindone:

  1. Ruby: Il rubino è la varietà rossa del corindone, ed è una delle pietre preziose più preziose e ricercate al mondo. I rubini sono apprezzati per il loro colore rosso intenso, causato dalla presenza di impurità di cromo. Il rubino è tipicamente utilizzato in gioielleria di fascia alta, come anelli, collane e orecchini.
  2. Zaffiro: Lo zaffiro è la varietà blu del corindone ed è anche molto apprezzato come pietra preziosa. Lo zaffiro blu è la forma più conosciuta e popolare di zaffiro, ma lo zaffiro può presentarsi in una gamma di colori, tra cui rosa, giallo, verde e viola. Lo zaffiro è tipicamente utilizzato in una vasta gamma di gioielli, inclusi anelli, collane, bracciali e orecchini.
  3. Padparadscha: Padparadscha è una varietà rara e molto pregiata di corindone che ha un colore rosa-arancio. È una delle pietre preziose più preziose e ricercate al mondo ed è tipicamente utilizzata in gioielleria di alta gamma, come anelli e collane.
  4. Zaffiro cangiante: Lo zaffiro cangiante è un tipo di corindone che presenta un fenomeno chiamato "effetto alessandrite", in cui il colore della pietra sembra cambiare a seconda delle condizioni di illuminazione. Queste pietre sono tipicamente blu alla luce del giorno e rosso porpora sotto la luce incandescente, e sono apprezzate per il loro colore unico e bellissimo.
  5. Star Sapphire: Lo zaffiro stellato è un tipo di corindone che esibisce un fenomeno chiamato asterismo, in cui un motivo di luce a forma di stella appare sulla superficie della pietra se vista sotto un'unica fonte di luce. Questo effetto è causato dalla presenza di inclusioni aghiformi all'interno della pietra e rende lo zaffiro stellato una gemma molto apprezzata per l'uso in gioielleria.

Nel complesso, l'eccezionale durezza, durata e bel colore del corindone ne fanno una gemma molto preziosa e pregiata da utilizzare in un'ampia gamma di applicazioni decorative.

Usi industriali del corindone

Il corindone ha una serie di importanti usi industriali, grazie alla sua eccezionale durezza, stabilità chimica e resistenza al calore. Alcuni degli usi industriali più comuni del corindone includono:

  1. Abrasives: Il corindone è uno dei minerali più duri conosciuti, il che lo rende un ottimo materiale abrasivo. Viene utilizzato in una vasta gamma di applicazioni abrasive, come carta vetrata, mole e utensili da taglio.
  2. Refrattari: Il corindone è altamente resistente al calore e agli attacchi chimici, rendendolo un materiale ideale per l'uso in applicazioni refrattarie. Viene utilizzato per fabbricare mattoni refrattari, utilizzati nei processi industriali ad alta temperatura come la produzione di acciaio e vetro.
  3. Lucidatura e Lappatura: Il corindone è utilizzato anche come materiale per la lucidatura e lappatura grazie alla sua durezza e alla granulometria fine. Viene utilizzato per lucidare e lappare una varietà di materiali, inclusi metalli, vetro e ceramica.
  4. Isolatori elettrici: Il corindone è un eccellente isolante elettrico, che lo rende utile nelle applicazioni elettriche ed elettroniche. Viene utilizzato per la produzione di parti isolanti per apparecchiature elettriche, come isolatori, interruttori automatici e passanti ad alta tensione.
  5. Supporto catalizzatore: Il corindone è utilizzato anche come supporto catalizzatore in una serie di processi industriali. Viene utilizzato per supportare i catalizzatori nella produzione di sostanze chimiche come ammoniaca, metanolo e idrogeno.
  6. Pietre preziose: I cristalli di corindone di alta qualità, come il rubino e lo zaffiro, sono pietre preziose molto apprezzate che vengono utilizzate in gioielleria e altre applicazioni decorative.

Nel complesso, la durezza, la resistenza al calore e la stabilità chimica del corindone lo rendono un materiale di grande valore per una vasta gamma di applicazioni industriali.

Valore economico del corindone

Il corindone ha un valore economico significativo grazie ai suoi numerosi usi industriali e di pietre preziose. Ecco alcuni dei fattori che contribuiscono al valore economico del corindone:

  1. Usi industriali: Il corindone è ampiamente utilizzato in una vasta gamma di applicazioni industriali, tra cui come materiale abrasivo, refrattario, isolante elettrico e supporto catalizzatore. Queste applicazioni rendono il corindone un materiale importante per una vasta gamma di industrie, tra cui la produzione, l'edilizia e l'elettronica.
  2. Valore della pietra preziosa: I cristalli di corindone di alta qualità, come il rubino e lo zaffiro, sono pietre preziose molto apprezzate che vengono utilizzate in gioielleria e altre applicazioni decorative. La rarità e la bellezza di queste pietre preziose le rendono molto preziose e ricercate, con prezzi che spesso raggiungono decine o addirittura centinaia di migliaia di dollari per carato.
  3. Rarità: Sebbene il corindone sia un minerale relativamente comune, il corindone di alta qualità di qualità gemma è relativamente raro. Questa rarità contribuisce all'alto valore delle gemme di corindone.
  4. Estrazione e lavorazione: L'estrazione e la lavorazione del corindone richiedono investimenti significativi in ​​attrezzature, manodopera e infrastrutture, che possono anche contribuire al valore economico del corindone.

Nel complesso, la combinazione di usi industriali e pietre preziose, rarità e costi di estrazione e lavorazione contribuiscono al valore economico del corindone. Il mercato globale del corindone è significativo, con stime che suggeriscono una dimensione del mercato di diversi miliardi di dollari all'anno.

Curiosità sul corindone

Ecco alcuni fatti interessanti sul corindone:

  1. Il corindone è uno dei minerali più duri al mondo, con una durezza Mohs di 9. Questo lo rende un materiale ideale per l'uso come abrasivo.
  2. La varietà rossa del corindone è chiamata rubino, mentre la varietà blu è chiamata zaffiro. Altri colori di corindone, come giallo, rosa e verde, sono indicati come zaffiri fantasia.
  3. Si ritiene che il nome "corindone" derivi dalla parola tamil "kurundam", che significa "rubino".
  4. Il più grande cristallo di corindone mai trovato è stato scoperto nello Zimbabwe nel 1958. Pesava 3,546 carati e misurava 205 mm x 163 mm x 100 mm.
  5. Il corindone si trova in molti diversi tipi di rocce, inclusi graniti, basalti e rocce metamorfiche.
  6. Nei tempi antichi si credeva che i rubini avessero poteri protettivi e venivano spesso indossati dai guerrieri che andavano in battaglia.
  7. Il colore del corindone può essere alterato attraverso il processo di trattamento termico, che può migliorare la chiarezza e l'intensità del colore della pietra.
  8. Il corindone ha un'elevata conducibilità termica, che lo rende utile come materiale per l'isolamento termico.
  9. Gli zaffiri stellati mostrano un fenomeno noto come asterismo, in cui una stella a sei punte appare sulla superficie della pietra se osservata sotto un'unica fonte di luce.
  10. Il corindone viene utilizzato nella produzione di luci a LED, poiché il materiale ha un'elevata trasparenza e durata.

Distribuzione

Il corindone è un minerale ampiamente distribuito che si trova in molte parti del mondo. Si trova in molti diversi tipi di rocce, inclusi graniti, basalti e rocce metamorfiche. Ecco alcuni dei principali luoghi in cui si trova il corindone:

  1. India: l'India è uno dei maggiori produttori di corindone al mondo, con depositi trovati negli stati di Tamil Nadu, Andhra Pradesh e Karnataka.
  2. Madagascar: il Madagascar è noto per la produzione di corindone di alta qualità, in particolare zaffiri. I depositi si trovano in diverse aree del paese, tra cui Ilakaka, Ambodromifehy e Sakaraha.
  3. Sri Lanka: lo Sri Lanka è un altro importante produttore di corindone, in particolare di zaffiri blu. I depositi si trovano in diverse aree del paese, compreso il distretto di Ratnapura.
  4. Australia: l'Australia è un importante produttore di corindone, in particolare sotto forma di zaffiri. I depositi si trovano in diverse aree, tra cui New South Wales, Queensland e Victoria.
  5. Myanmar (Birmania): Il Myanmar è noto per la produzione di alcuni dei migliori rubini e zaffiri del mondo. I depositi si trovano in diverse aree del paese, tra cui Mogok, Mong Hsu e lo stato di Kachin.
  6. Stati Uniti: i depositi di corindone si trovano in diverse località negli Stati Uniti, tra cui la Carolina del Nord, il Montana e il Wyoming.
  7. Thailandia: la Thailandia è nota per la produzione di rubini e zaffiri di alta qualità, in particolare nella provincia di Chanthaburi.
  8. Tanzania: la Tanzania è una fonte relativamente nuova di corindone, con depositi trovati nella valle dell'Umba e nel distretto di Tunduru.

Nel complesso, il corindone si trova in molte parti diverse del mondo e la sua ampia distribuzione contribuisce al suo valore economico e alla sua importanza in molti settori.

FAQ

D: Cos'è il corindone?

R: Il corindone è un minerale costituito da ossido di alluminio (Al2O3). È un minerale molto duro, con una durezza Mohs di 9, ed è comunemente usato come abrasivo.

D: Quali sono i diversi colori del corindone?

R: I colori più noti del corindone sono il rubino (rosso) e lo zaffiro (blu). Tuttavia, il corindone può presentarsi anche in altri colori, come giallo, rosa, verde e viola.

D: Come si forma il corindone?

A: Il corindone si forma attraverso il processo di metamorfismo, che coinvolge l'alta pressione e l'alta temperatura alterazione di rocce preesistenti. Può anche formarsi nelle rocce ignee attraverso il processo di cristallizzazione frazionata.

D: Dove si trova il corindone?

R: Il corindone si trova in molte parti del mondo, tra cui India, Madagascar, Sri Lanka, Australia, Myanmar, Stati Uniti, Tailandia e Tanzania.

D: A cosa serve il corindone?

R: Il corindone viene utilizzato per una varietà di scopi industriali e commerciali, incluso come abrasivo, nella produzione di materiali refrattari, nella produzione di luci a LED e come gemma in gioielleria.

D: In cosa differisce il corindone diamante?

R: Il corindone e il diamante sono entrambi minerali duri, ma il diamante è più duro del corindone e ha un indice di durezza Mohs pari a 10. Anche il diamante è un minerale completamente diverso, costituito da carbonio puro, mentre il corindone è composto da alluminio e ossigeno.

D: Qual è il colore più prezioso del corindone?

A: I colori più preziosi del corindone sono tipicamente rosso (rubino) e blu (zaffiro), con pietre di alta qualità che comandano prezzi elevati nel mercato delle pietre preziose.

D: Come posso sapere se una pietra è corindone?

R: Il corindone è relativamente facile da identificare grazie alla sua durezza e all'alto indice di rifrazione. Un semplice test di graffio utilizzando un altro minerale con un indice di durezza inferiore può essere utilizzato per determinare se una pietra è corindone. Inoltre, il corindone ha tipicamente una caratteristica forma cristallina e può mostrare pleocroismo e birifrangenza se visto al microscopio.

D: Il corindone può essere trattato o migliorato?

R: Sì, il corindone può essere trattato o migliorato per migliorarne l'aspetto o il colore. Un trattamento comune è il trattamento termico, che può migliorare la chiarezza e il colore di alcuni tipi di corindone. Altri trattamenti includono il trattamento di diffusione, che introduce altri elementi nella struttura cristallina per creare colori diversi, e il riempimento delle fratture, che comporta il riempimento delle fratture che raggiungono la superficie con una sostanza per migliorare la chiarezza della pietra.

D: Il corindone è un minerale raro?

R: Il corindone non è un minerale raro, poiché si trova in molte parti del mondo ed è relativamente abbondante. Tuttavia, gli esemplari di pietre preziose di corindone di alta qualità possono essere rari e preziosi, in particolare in determinati colori o con una chiarezza eccezionale.

D: Il corindone può essere sintetizzato in laboratorio?

R: Sì, il corindone può essere sintetizzato in laboratorio utilizzando una varietà di metodi. Il corindone sintetico può essere utilizzato per una varietà di scopi industriali e commerciali, incluso come abrasivo e nella produzione di luci a LED. Tuttavia, il corindone sintetico non viene tipicamente utilizzato come pietra preziosa a causa della sua mancanza di rarità e unicità.

D: Qual è il più grande corindone mai trovato?

R: Il più grande cristallo di corindone mai trovato pesava circa 750 libbre (340 chilogrammi) ed è stato scoperto nel distretto di Ratnapura nello Sri Lanka nel 1902. Il cristallo era uno zaffiro blu ed era chiamato la "Stella di Adamo".

D: Qual è la storia del corindone in gioielleria?

R: Il corindone è stato usato come pietra preziosa in gioielleria per secoli, con rubini e zaffiri molto apprezzati dai reali e dai ricchi nel corso della storia. Gli antichi Greci e Romani apprezzavano il corindone per la sua bellezza e credevano che avesse poteri protettivi. Nel Medioevo, il rubino e lo zaffiro erano usati nei gioielli religiosi e durante il Rinascimento erano popolari tra la nobiltà.

D: Qual è la differenza tra corindone sintetico e naturale?

R: Il corindone sintetico viene prodotto in laboratorio, mentre il corindone naturale si forma attraverso processi geologici naturali. Il corindone sintetico può essere utilizzato per una varietà di scopi industriali, mentre il corindone naturale viene tipicamente utilizzato come gemma in gioielleria. Sebbene il corindone sintetico possa avere una composizione chimica e proprietà fisiche simili al corindone naturale, non è considerato prezioso o unico come gli esemplari naturali a causa della sua mancanza di rarità e carattere distintivo.

D: Il corindone può essere trovato nei meteoriti?

R: Sì, il corindone è stato trovato nei meteoriti, in particolare in quelli originati dalla luna e da Marte. Questi cristalli di corindone sono in genere molto più piccoli di quelli trovati sulla Terra e sono spesso inclusi in altri minerali.

Referenze

  • Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.
  • Handbookofmineralogy.org. (2019). Manuale di Mineralogia. [online] Disponibile all'indirizzo: http://www.handbookofmineralogy.org [accesso effettuato il 4 marzo 2019].
  • Mindat.org. (2019). Corundum: Mineral information, data and localities.. [online] Disponibile su: https://www.mindat.org/min-727.html [Consultato il 4 marzo 2019].