Pirosseno è un insieme di inosilicati essenziali per la formazione di rocce minerali scoperto in molti ignee e rocce metamorfiche. I pirosseni hanno i componenti generali è XY(Si,Al)2O6. Sebbene l'alluminio sostituisca ampiamente il silicio nei silicati costituiti da feldspati più anfiboli, la sostituzione avviene solo in misura limitata nella maggior parte dei pirosseni. Proporzionano una struttura non insolita che comprende singole catene di tetraedri di silice. I pirosseni che cristallizzano nel dispositivo monoclino sono chiamati clinopirosseni e quelli che si cristallizzano all'interno della macchina ortorombica sono noti come ortopirosseni.

Nomenclatura

La nomenclatura del calcio, magnesio, ferro pirosseni.

La struttura a catena silicatica dei pirosseni offre una buona flessibilità all'interno dell'incorporazione di vari cationi ei nomi dei minerali pirossenici sono solitamente descritti mediante la loro composizione chimica. I minerali di pirosseno sono denominati in base alle specie chimiche che occupano la pagina Web X (o M2), il sito Web Y (o M1) e il sito T tetraedrico. I cationi nel sito web Y (M1) sono strettamente legati a 6 ossigeni in coordinazione ottaedrica. I cationi all'interno del sito web X (M2) possono essere coordinati con 6-1989 atomi di ossigeno, a seconda della lunghezza del catione. Venti nomi di minerali sono riconosciuti con l'aiuto della Commissione sui nuovi minerali e nomi di minerali dell'Associazione mineralogica internazionale e centocinque nomi usati in precedenza sono stati scartati (Morimoto et al., XNUMX).

La nomenclatura dei pirosseni di sodio

Nell'assegnare gli ioni ai siti, la semplice regola è lavorare da sinistra a destra in questa scrivania, assegnando prima tutto il silicio alla pagina T e poi riempiendo il sito con l'ultimo alluminio e infine il ferro (III); alluminio o ferro extra possono essere sistemati nel sito Web Y e ioni più ingombranti nel sito Web X. Non tutti i meccanismi risultanti per ottenere la neutralità della carica sono conformi all'istanza del sodio di cui sopra, e ci sono numerosi schemi alternativi:

  • Sostituzioni accoppiate di ioni 1+ e tre+ rispettivamente sui siti Web X e Y. Ad esempio, Na e Al danno il giadeite (NaAlSi2O6) composizione.
  • Sostituzione accoppiata di uno ione 1+ nel sito X e una combinazione degli stessi numeri di ioni due+ e 4+ nella pagina web Y. Ciò si traduce in eG NaFe2+zero.5Ti4+0.5Si2O6.
  • La sostituzione Tschermak in cui uno ione 3+ occupa il sito web Y e un sito T che porta a eG CaAlAlSiO6.

Minerali del gruppo pirosseno

Clinopirosseni (monoclino; abbreviato CPx)
Egirina, NaFe3+Si2O6
augite, (Ca,Na)(Mg,Fe,Al,Ti)(Si,Al)2O6
Clinoenstatite, MgSiO3
Diopside, CaMgSi2O6
Esseneite, CaFe3+[AlSiO6]
Edenbergite, CaFe2+Si2O6
Giadeite, Na(Al,Fe3+)Si2O6
Jervisite, (Na,Ca,Fe2+)(Sc,Mg,Fe2+)Si2O6
Johannsenite, CaMn2+Si2O6
Canoite, Mn2+(Mg,Mn2+)Si2O6
Kosmocloro, NaCrSi2O6
Namansilite, NaMn3+Si2O6
Natalite, NaV3+Si2O6
Onfacite, (Ca,Na)(Mg,Fe2+,Al)Si2O6
Petedunnite, Ca(Zn,Mn2+,Mg,Fe2+)Si2O6
Pigeonite, (Ca,Mg,Fe)(Mg,Fe)Si2O6
spodumene, LiAl(SiO3)2

Ortopirosseni (ortorombici; abbreviato OPx)
iperstene, (Mg,Fe)SiO3
Donpeacorite, (MgMn)MgSi2O6
enstatite, Mg2Si2O6
Ferrosilite, Fe2Si2O6
Nchwaningite, Mn2+2SiO3(OH)2•(H2O)

Proprietà fisiche dei minerali pirosseni

Nei campioni manuali, il pirosseno può essere comunemente diagnosticato utilizzando le seguenti caratteristiche: due linee di clivaggio che si intersecano ad angoli corretti (circa 87° e 93°), un tozzo cristallo prismatico con sezioni trasversali quasi quadrate perpendicolari alle linee di clivaggio e un Durezza di Mohs tra cinque e sette. Valori di gravità specifica della varietà pirosseni da circa 0 a XNUMX. Zero. A differenza degli anfiboli, i pirosseni non producono acqua quando riscaldati in un tubo chiuso. Tipicamente, i pirosseni sono di colore dal verde scuro al nero, ma possono variare dal verde scuro al verde mela e dal lilla all'incolore, a seconda della composizione chimica. Diopside stadi da bianco a verde lieve, scurindo di colore perché aumenta il contenuto di ferro. L'edenbergite e l'augite sono generalmente neri. La pigeonite va dal marrone verdastro al nero. La giadeite (vedi foto) va dal bianco al verde mela al verde smeraldo o al bianco screziato e verde. Burocrazia di Aegirine (acmite): cristalli prismatici lunghi e sottili di colore da marrone a verde. L'enstatite è giallastra o marrone verdastra e talvolta ha una lucentezza submetallica simile al bronzo. Gli ortopirosseni di ferrosilite ricchi di ferro vanno dal marrone al nero. Lo spodumene è incolore, bianco, grigio, viola, giallo o verde. I tipi di gemme sono un tipo di colore lilla chiaro chiamato Kunzite, mentre viene chiamato il tipo pulito verde smeraldo Hiddenite.

Proprietà fisiche di Augite

Classificazione chimicaUn inosilicato a catena singola
ColoreVerde scuro, nero, marrone
StrisciaDa bianco a grigio a verde molto pallido. L'augite è spesso fragile, rompendosi in frammenti scheggiati sul piatto striato. Questi possono essere osservati con una lente manuale. Strofinare i detriti con un dito produce una sensazione granulosa con una fine polvere bianca sotto.
LusterVitreo sul décolleté e facce di cristallo. Opaco su altre superfici.
DiafanitàDi solito da traslucido a opaco. Raramente trasparente.
sfaldamentoPrismatico in due direzioni che si intersecano a poco meno di 90 gradi.
Mohs Durezzada 5.5 a 6
Peso specificoda 3.2 a 3.6
Proprietà diagnosticheDue direzioni di scissione che si intersecano a poco meno di 90 gradi. Colore da verde a nero. Peso specifico.
Composizione chimicaUn silicato complesso.
(Ca,Na)(Mg,Fe,Al)(Si,Al)2O6
Sistema di cristallomonoclino
si utilizzaNessun uso commerciale significativo.

Proprietà Ottiche di Augite

Augite al microscopio
Tipologia Anisotropico
Abitudine di cristallo Grani spesso anedrali; Può essere granulare, massiccio, colonnare o lamellare
Colore / Pleocroismo x=verde chiaro o verde bluastro y=verdastro chiaro, marrone, verde o verde bluastro z=verde brunastro chiaro, verde o giallo-verde
Estinzione ottica Z : c = 35°-48°
2V: Misurato: da 40° a 52°, Calcolato: da 48° a 68°
Valori RI: nα = 1.680 – 1.735 nβ = 1.684 – 1.741 nγ = 1.706 – 1.774
Gemellaggio Mostra comunemente il gemellaggio semplice e lamellare su {100} e {001}; Possono combinarsi per formare un motivo a spina di pesce. Possono essere presenti lamelle di essoluzione.
Segno ottico Biassiale (+)
Birifrangenza δ = 0.026 - 0.039
Sollievo Alta
Dispersione: r > v da debole a distinto

Proprietà ottiche di
Ortopirosseno (Opx) Minerale

ImmobiliValore
FormulaEnstatite (membro terminale Mg): MgSiO3

Ferrosilite (membro terminale Fe): FeSiO3

Sistema di cristalloortorombico
Abitudine di cristalloPrismatico massiccio, irregolare, tozzo. Sezioni longitudinali tipicamente rettangolari.
Durezza5-6
Peso specifico3.20-4.00
sfaldamentoBuona scollatura su (210)
Separazione su (100) e (010)
Colore del campione a manoDa marrone a verde/da marrone a verde/nero.
StrisciaDa bianco a grigio.
Colore/pleocroismoDa bianco grigiastro, giallastro o verdastro a verde oliva/marrone. Pleocroismo dal rosa pallido al verde
Segno otticoBiassiale (+ o -)
2V50-132º
Orientamento otticoX = b, Y = a, Z = c
Indici di rifrazione

alfa =beta =

gamma =
delta =
1.649-1.768
1.653-1.770
1.657-1.788
0.007-0.020
Birifrangenza massima0.020
Allungamentoparallela all'asse c
EstinzioneParallele nelle sezioni longitudinali e simmetriche nelle sezioni basali.
Dispersioner > v
Caratteristica distintivaBassa birifrangenza, colori del primo ordine. Estinzione parallela in sezioni longitudinali, pleocroismo da rosa pallido a verde. Piani di scissione di circa 90º. Comune lamelle sottili irregolari e ondulate.
Minerali associatiFeldspati, clinopirosseni, granato, biotite più orneblenda.
EditoriElizabeth Thomas (2003), Andrea Gohl (2007) ed Emma Hall (2013).
TestimonianzeIntroduzione alla Mineralogia, William D. Nesse, 2000. Introduzione alla Mineralogia Ottica, William D. Nesse, 1991. Minerali in sezione sottile, Dexter Perkins e Kevin R. Henke.

Origine e ricorrenza

I minerali nell'istituzione del pirosseno sono abbondanti sia in igneo che in metamorfico rocce. La loro suscettibilità sia chimica che meccanica agenti atmosferici li rende un costituente senza precedenti di rocce sedimentarie. I pirosseni sono etichettati come minerali ferromagnesiaci in allusione al loro contenuto eccessivo di magnesio e ferro. Le loro condizioni di formazione sono quasi completamente vincolate ad ambienti ad alta temperatura, alta pressione o entrambi. Tipicamente i pirosseni extra non insoliti si trovano in mafico e ultramafico rocce ignee a cui sono correlati olivina e plagioclasio ricco di calcio e in rocce metamorfiche di alta qualità costituite da granuliti ed eclogiti. Enstatite, clinoenstatite e kosmoclor si formano nei meteoriti.

Distribuzione di Augite

Esteso; sono elencate solo poche località classiche, molto studiate o che forniscono buoni esempi.

  • Da Arendal, Norvegia.
  • In Italia, dal Vesuvio, Campania; nei dintorni di Frascati, Colli Albani, Lazio; sul Monte Monzoni, Val di Fassa, Trentino-Alto Adige; a Traversella, Piemonte; e sull'Etna, in Sicilia.
  • Intorno al Laacher See, distretto di Eifel, Germania.
  • Nelle isole Azzorre e Capo Verde. In Canada, da Renfrew e Haliburton Cos., Ontario; a Otter Lake, Pontiac Co., Quebec; e molte altre località.
  • Nel USA, da Franklin e Sterling Hill, Ogdensburg, Sussex Co., New Jersey; e presso Diana, Lewis Co. e Fine, St. Lawrence Co., New York. Da Tomik, distretto di Gilgit, Pakistan. A Kangan, Andhra Pradesh, India.

Testimonianze