Diopside è un membro di pirosseno gruppo minerale con formula è MgCaSi2O6. I campioni possono essere incolori ma sono più spesso di colore verde bottiglia, verde brunastro o verde chiaro. Presenta due distinte scissioni prismatiche a 87 e 93° tipiche della serie dei pirosseni. Il diopside si presenta sotto forma di cristalli uguali a prismatici che di solito hanno una sezione quasi quadrata. I cristalli sono meno comunemente tabulari. Questo minerale può anche formare aggregati colonnari, simili a fogli, granulari o massicci. La maggior parte del diopside è metamorfico e si trova in metamorfosi ricca di silice calcari più dolomiti e in contatto ricco di ferro rocce metamorfiche. Si verifica anche in peridotiti, kimberlite, E altri rocce ignee. Forma una serie completa di soluzioni solide con hedenbergite (FeCaSi2O6) e augitee soluzioni solide parziali con ortopirosseno e pigeonite. .

Nome: Da due parole greche che significano doppio e aspetto, poiché la zona del prisma può essere orientata apparentemente in due modi.

Associazione: Calcite, forsterite, condrodite, monticellite, clinohumite, scapolita, wollastonite, grossularia, vesuvianite, tremolite, quarzo

Composizione: Silicato di calcio-magnesio, CaMgSi20 6. CaO = 25.9 per cento, MgO = 18.5 per cento, Si02 = 55.6 per cento. Ferro può sostituire il magnesio in tutte le proporzioni, ed esiste una serie isomorfa tra diopside ed hedenbergite, CaFcSi20 6

Funzioni diagnostiche: Caratterizzato dalla sua forma cristallina, dal colore chiaro e dalla scollatura prismatica imperfetta a 87° e 93°.

Polimorfismo e serie: Forma due serie, con hedenbergite e con johannsenite

Gruppo Minerale: Gruppo pirosseno.

Dati della cella: Gruppo spaziale: C2=c: a = 9.746 b = 8.899 c = 5.251 ¯ = 105:63 ± Z = 4

Cristallografia: Monoclino; prismatico. In cristalli prismatici che mostrano una sezione trasversale quadrata o ottagonale. Anche granulare massiccio, colonnare e lamellare. Spesso gemellato polisinteticamente con il pinacoide basale {001) il piano gemello. Gemellato meno comunemente sull'ortopinacoide {100}.

Proprietà chimiche

Classificazione chimica Minerale inosilicato
Formula CaMgSi2O6
Impurità comuni Fe,V,Cr,Mn,Zn,Al,Ti,Na,K

Diopside Proprietà fisiche

Colore dal verde chiaro al verde scuro, blu, marrone, incolore, bianco neve, grigio, viola pallido
Striscia bianca
Luster Vitreo, opaco
sfaldamento Distinto/Buono su {110}
Diafanità Trasparente, Opaco
Mohs Durezza 5,5 - 6,5
Sistema di cristallo monoclino
Tenacia Fragile
Densità 3.22 – 3.38 g/cm3 (misurato) 3.278 g/cm3 (calcolato)
Frattura Irregolare/irregolare, concoidale
Separazione su {100} e probabilmente {010}
Crystal Habit Cristalli prismatici corti comuni, possono essere granulari, colonnari, massicci
Punto di fusione 1391 ° C

Diopside Proprietà ottiche

Colore / Pleocroismo Da bianco a verde chiaro Nessun pleocroismo Da incolore a verde chiaro in sezione sottile
2V: Misurato: da 58° a 63°, Calcolato: da 56° a 64°
Valori RI: nα = 1.663 – 1.699 nβ = 1.671 – 1.705 nγ = 1.693 – 1.728
Gemellaggio Gemelli semplici e multipli comuni su {100} e {001}
Segno ottico Biassiale (+)
Birifrangenza δ = 0.030
Sollievo Alta
Dispersione: da debole a distinto r > v
Allungamento parallela all'asse c
Estinzione inclinato in sezioni (010).

Avvenimento

Il diopside si trova tipicamente come minerale metamorfico di contatto nei calcari cristallini. In tale depositi è associato a tremolite, scapolite, idocrazia, granato, sphene. Si trova anche nelle metamorfosi regionali rocce. La varietà diallage si trova frequentemente in gabbri, peridotiti e serpentine.

Usi Zona

  • Le ceramiche a base di diopside e le vetroceramiche hanno potenziali applicazioni in vari campi tecnologici.
  • Varietà di diopsidi trasparenti tagliate e pietre preziose
  • Allo stesso modo, le ceramiche a base di diopside e le vetroceramiche hanno potenziali applicazioni nel campo dei biomateriali nelle celle a combustibile a ossido solido, nell'immobilizzazione dei rifiuti nucleari e nei materiali di tenuta.

Distribuzione

Seguono le località selezionate per i cristalli ne:

  • a Schwarzenstein, Zillertal, e vicino a PrÄagraten, Tirolo, Austria.
  • Da Ala, Piemonte, e St. Marcel, Val d'Aosta, Italia.
  • A Otokumpu, Finlandia.
  • In Russia, presso il deposito di Akhmatovsk, vicino a Zlatoust, Monti Urali; grandi cristalli nel massiccio dell'Inagli, 30 km a ovest di Aldan, Yakutia; e lungo il fiume Slyudyanka, vicino al lago Baikal, in Siberia.
  • In Canada, molte località; in Ontario, a Bird's Creek, Eganville, Dog's Lake, Littleeld e Burgess; in Quebec, a Wakeeld, Brompton Lake, vicino a Magog, e nella miniera di Je®rey, Asbestos.
  • Nel USA, a DeKalb, St. Lawrence Co., Natural Bridge, Je®erson Co., Sing Sing, vicino a Ossining, Westchester Co., New York; e a Ducktown, Polk Co., Tennessee.
  • Ad Ampandrandava e Andranodambo, TaolanÄaro (Fort Dauphin), Madagascar.
  • Grandi cristalli di gemme dai monti Kunlun, regione autonoma di Sinkiang Uighur, Cina.
  • Da Tange-Achin, provincia di Kandahar, Afghanistan.
  • Trovato vicino a Jaipur, Rajasthan, India.
  • A Khapalu e Chamachu, Pakistan.

Testimonianze

  • Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.
  • Dana, JD (1864). Manuale di Mineralogia… Wiley.
  • Handbookofmineralogy.org. (2019). Manuale di Mineralogia. [online] Disponibile all'indirizzo: http://www.handbookofmineralogy.org [accesso effettuato il 4 marzo 2019].
  • Mindat.org. (2019): Informazioni sui minerali, dati e località.. [online] Disponibile su: https://www.mindat.org/ [Consultato. 2019].
  • Smith.edu. (2019). Geoscienze | Collegio Smith. [online] Disponibile su: https://www.smith.edu/academics/geosciences [Consultato il 15 marzo 2019].