Lamprofira è ultrapotassico roccia ignea che si sta verificando come dighe, lopoliti, loccoliti, ceppi e piccole intrusioni. È mafico o ultramafico alcalino siliceo-insaturo rocce con alto ossido di magnesio, >3% di ossido di potassio, alto ossido di sodio e alto nichel più cromo. quattro minerali dominano queste rocce: orthoclase, plagioclasio, biotitee orneblenda. Anfibolo più biotite tendono a presentarsi in una matrice di varie combinazioni di plagioclasio e altri feldspati ricchi di sodio e potassio, pirossenoe feldspatoidi.

In genere si formano a grande profondità e sono arricchiti di sodio, cesio, rubidio, nichel e cromo, oltre che di potassio, ferro, e magnesio. Alcuni sono anche rocce di origine per i diamanti. L'origine esatta delle lamprofire è ancora dibattuta. Si formano lungo i margini di alcuni graniti e sono spesso associati a grossi corpi di invadente granodiorite.

Nome origine: Lamprophyres (dal greco λαµπρός (lamprós) = “brillante” e φύρω (phýro) = mescolare)

Colore: Da marrone scuro a nero

Gruppo: Roccia ignea effusiva

minerali: Anfibolo e biotite tendono a presentarsi in una matrice di varie combinazioni di plagioclasio e altri feldspati ricchi di sodio e potassio, pirosseno e feldspatoidi

Minerali dominanti: ortoclasio, plagioclasio, biotite e orneblenda

Classificazione delle lamprofire

La classificazione delle lamprofire ha avuto varie revisioni e tante discussioni nell'ambito della geologia. La denominazione moderna è stata derivata da un tentativo di alcuni parametri genetici della genesi della lamprofira. Ciò ha, in generale, eliminato i precedenti nomi provinciali delle specie di lamprofira, a favore di un nome mineralogico. I vecchi nomi sono ancora usati per comodità.

Streckeisen ha riconosciuto tre tipi principali di lamprofire:

  • Lamprofire calc-alcaline
  • Lamprofire melitiche
  • Lamprofire alcaline

Lamprofire calc-alcaline

Le lamprofire calc-alcaline sono note anche come lamprofire ordinarie e sono costituite da Minettes, Vosegiti, Kersantiti e Spessartiti. Queste lamprofire sono, in termini di composizione chimica media, praticamente indistinguibili.

Vogesite: La Vogesite è stata descritta per la prima volta dai monti Vosgi, in Francia, dove rocce di questo tipo (in realtà, minette) sono state descritte all'inizio del XX secolo.

Minette: Una diga di minette vicino Shiprock, Campo Vulcanico Navajo. Una visione storica di minette è stata fornita da Johannsen (1937). Ha scritto che il nome era “… usato dai minatori nei Vosgi apparentemente per oolitico o granulare minerale di ferro, e forse derivato dalla valle di Minkette.

Spessartiti: Dalle montagne dello Spessart a est di Aschaffenburg in Germania. Una spessartite è una roccia ignea alcalina porfirica dominata da anfibolo essenziale, solitamente orneblenda e plagioclasio feldspato, Spesso con augite presente come accessorio. Il plagioclasio è presente nella pasta di fondo e il feldspato potassico è assente o presente in scarsa abbondanza.

Kersantiti: Da Kersanton, un villaggio in Francia, sono Plagioclase, Honrblende, Augite lamprophyres.

Lamprofire Alcaline E Lamprofire Melilitiche

Le lamprofire alcaline e melilitiche saranno considerate congiuntamente, poiché entrambi i gruppi contengono rocce alcaline e sono solitamente associate a complessi alcalini e alle rocce dell'associazione carbonatite-nefelina-iolite. Le comuni lamprofire alcaline sono comptoniti, sannaiti e monchiquiti e sono chimicamente affini alle alcaline basalto, basaniti e nefeliniti.

Comptoniti: Da Campton nel New Hampshire (USA). Una camptonite è una roccia ignea alcalina porfirica dominata da plagioclasio essenziale e anfibolo marrone, solitamente orneblenda, spesso con titanaugite. Il plagioclasio si trova nella massa di fondo.

Sannaiti: Da Sannavand, complesso Fen, Svezia. I sannaiti sono generalmente di Comptoniti, tranne per il fatto che contengono feldspato alcalino al posto del plagioclasio.

Monchiquites: Dalla Sierra de Monchique nel sud del Portogallo. Una monchiquite è una roccia ignea alcalina porfirica dominata dall'essenziale olivina, titanaugite e orneblenda bruna.

Alnoite: Dall'isola di Alno, Svezia. Un alnöite è una roccia ignea alcalina porfirica dominata da olivina essenziale, biotite e pirosseno, in una massa di fondo contenente melilite. Può contenere monticellite.

Polenzite: Dalla zona di Polzen del massiccio boemo, Cecoslovacchia. È un lamprophyre melilitico che di solito contiene tra il 10-30% di feldspatoidi (nefelina e Hauyne) e normalmente contiene gli stessi minerali presenti nell'alnöite.

Composizione lamprofirica

Lamprophres è un termine che indica le rocce ignee mafiche ultrapotassiche che hanno origine primaria mineralogia costituito da anfibolo o biotite e con feldspato nella massa di fondo. Quattro minerali dominano queste rocce: orthoclase, plagioclasio, biotite e orneblenda. Anfibolo e biotite tendono a presentarsi in una matrice di varie combinazioni di plagioclasio e altri feldspati ricchi di sodio e potassio, pirosseno e feldspatoidi. A causa della loro relativa rarità e composizione varia, le lamprofire non rientrano nelle classificazioni geologiche standard. In genere si formano a grande profondità e sono arricchiti di sodio, cesio, rubidio, nichel e cromo, oltre che di potassio, ferro e magnesio. Alcuni sono anche rocce di origine per i diamanti.

Formazione Lamprophyre

In tutti i periodi geologici si verifica la lamprofia. Gli esempi arcaici sono solitamente associati a oro riserve. Tra gli esempi cenozoici, le rocce magnesiache in Messico e in Sud America e le giovani lampade a lampada ultramafica di Gympie in Australia contengono il 18.5% di MgO a ~ 250 mA.

Le lampade da roccia pensate per essere rock fanno parte di un "clan" di rocce con mineralogia, trame e formazioni simili. Lamprofiller, lamproite e kimberlite. Mentre i concetti moderni vedono separatamente l'arancia, i lampogeni e le kimberliti, la stragrande maggioranza delle lamprofite ha origini simili a queste altre specie rocciose.

Mitchell considera le lamprofite come una "facies" di rocce magmatiche create da una serie di condizioni (di solito; differenze volatili tardive e elevate di altre specie rocciose). Entrambi gli schemi possono essere applicati a tutti e ad alcuni dei grandi gruppi rocciosi noti come lamprofire e rocce melilitiche.

Tralasciando le complesse argomentazioni petrogenetiche, i componenti fondamentali nella formazione della lamprofira;

  • elevata profondità di fusione, che produce più magmi mafici;
  • bassi gradi di fusione parziale, che danno luogo a magmi ricchi di alcali (in particolare potassio);
  • arricchimento di elementi litofili (K, Ba, Cs, Rb), alto Ni e Cr,
  • elevate concentrazioni di potassio e sodio (la sottosaturazione della silice è comune)
  • qualche forma di arricchimento volatile, per fornire la biotite (flogopite) e mineralogia dell'anfibolo (pargasite).
  • mancanza di cristallizzazione frazionata (generalmente; ci sono eccezioni)
  • alto Mg# (MgO/(FeO + MgO))
  • I singoli esempi possono quindi avere un'ampia varietà di mineralogia e meccanismi di formazione. Rock considerava le lamprofire derivate da uno scioglimento profondo e guidato dai volatili in un ambiente di zona di subduzione. Altri come Mitchell li considerano propaggini tardive di plutoni, ecc., sebbene questo possa essere difficile da conciliare con la loro primitiva chimica di fusione e mineralogia.

Dov'è la Lamprophyre Rock

Le lamprofire sono solitamente associate a voluminosi episodi intrusivi di granodiorite. Si presentano come facies marginali ad alcuni graniti, sebbene di solito come dighe e davanzali marginali e trasversali ai graniti e alle dioriti. In altri distretti dove abbondano i graniti non si conoscono rocce di questa classe. È raro trovare presente un solo membro del gruppo, ma compaiono tutti minettes, vogesites, kersantites, ecc. e di solito ci sono forme di transizione.

Lamprofiri non melilitici si trovano in molti distretti dove si trovano graniti e dioriti, come le Highlands scozzesi e le Southern Uplands della Scozia; il Lake District dell'Inghilterra nordoccidentale; Irlanda; i monti Vosgi della Francia; la Foresta Nera e l'Harz montagna regioni della Germania; Mascota, Messico; Giamaica[8] e in alcune località della Columbia Britannica, Canada.

Importanza economica

L'importanza economica delle rocce ultrapotassiche è ampia e varia. Si sa che contengono kimberliti, lamproiti e forse anche lamprofire diamante. Queste rocce sono tutte prodotte a profondità superiori a 120 km e quindi possono portare il diamante in superficie come xenocristalli. I graniti ultrapotassici sono noti per la gran parte della mineralizzazione dell'oro ospitata dal granito. La significativa mineralizzazione in stile porfidico viene vinta dai graniti altamente potassici a ultrapotassici. Possono essere associati graniti intracontinentali di tipo A ultrapotassico fluorite e mineralizzazione columbite-tantalite.

Conclusione

  • Le lamprofire sono rocce melanocratiche, porfiriche, ipabissali
  • Le lamprofire sono comunemente costituite da minerali calc-alcali ricchi di alcali fino a minerali ultramafici
  • L'importanza economica delle rocce ultrapotassiche è ampia e varia.

Testimonianze

  • Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.
  • Collaboratori di Wikipedia. (2019, 14 marzo). Lamprofira. In Wikipedia, l'enciclopedia libera. Estratto alle 19:30 dell'11 maggio 2019 da https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Lamprophyre&oldid=887734669
  • Vale, L. (2019). ALEX STREKEISEN-Sannaite-. Alexstrekeisen.it. Disponibile su: http://www.alexstrekeisen.it/english/vulc/sannaite.php [Consultato l'11 maggio 2019].