Il nome antofillite deriva dalla parola latina anthophyllum, che significa "chiodo di garofano", un riferimento al colore del minerale dal marrone al marrone scuro. I campioni possono anche essere verde pallido, grigio o bianco. L'antofillite si trova solitamente in masse colonnari o fibrose. I cristalli singoli sono rari; quando vengono trovati, sono prismatici e solitamente non terminati. IL ferro e il contenuto di magnesio nell'antofillite è variabile. Il minerale è chiamato ferroantofillite quando è ricco di ferro, sodio antofillite quando è presente il sodio e magnesio antofillite quando il magnesio è dominante. Titanio più manganese può anche essere presente nella struttura antofillite. Antofillite forma dal metamorfismo regionale di ricchi di ferro e magnesio rocce, soprattutto poveri di silice rocce ignee. È un componente importante di alcuni gneiss e scisti cristallini e si trova in tutto il mondo. Antofillite è uno dei tanti minerali chiamato amianto.

Nome: Dal latino anthophyllum, che significa chiodo di garofano, in allusione al colore del minerale.

Associazione: cordierite, talco, clorito, sillimanite, mica, olivina, \hornblende,” gedrite, magnesio-cummingtonite, granato, staurolite, plagioclasio.

Polimorfismo e serie: Forma una serie con magnesio-antofillite e ferro-antofillite.

 Gruppo minerale: Anfibolo (gruppo Fe{Mn{Mg): 0.1 Mg=(Mg + Fe 2+) 0.89; (Ca+Na)B < 1.34; Li < 1.0; Si¸ 7.0.

Proprietà chimiche dell'antofillite

Classificazione chimica Inosilicati
Composizione chimica (Mg,Fe)7Si8O22(OH)2

Proprietà fisiche dell'antofillite

Colore Bianco, grigio verdastro, verde, marrone chiodi di garofano o verde brunastro
Striscia Da bianco a bianco-grigiastro.
Luster Vitreo, Perlato
sfaldamento Perfetto Perfetto su {210}, imperfetto su {010}, {100}
Diafanità Trasparente, traslucido
Mohs Durezza 5½ – 6 sulla scala di Mohs
Tenacia Fragile; elastico quando fibroso
Proprietà diagnostiche Caratterizzato da colore marrone garofano, ma, a meno che non sia in cristalli, difficile da distinguere dagli altri anfiboli senza test ottici e/o radiografici
Sistema di cristallo ortorombico
Frattura Conchoidal
Densità 2.85 – 3.57 g/cm3 (misurato) 3.67 g/cm3 (calcolato)

Proprietà ottiche dell'antofillite

Antofillite in sezione sottile 
Segno ottico Biassiale (+)
Birifrangenza δ = 0.017 - 0.023
Sollievo Moderare
2V: Misurato: da 57° a 90°, Calcolato: da 82° a 90°
Dispersione r > v o r < v

Avvenimento

Dal metamorfismo medio o elevato, in anfiboliti, gneiss, metaquarziti, formazioni ferrose, granuliti, e scisti derivati ​​da sedimenti argillosi, rocce ignee ultrama¯c o ma¯c; un prodotto di reazione retrograda.

Distribuzione

Da Kongsberg e Snarum, Norvegia. A Schneeberg, Sassonia, Germania. Da Norberg, Svezia. A Her·rmanov, Repubblica Ceca. In Groenlandia, da Fisken½sset. Nel USA, da Chester¯eld, Hampshire Co., Massachusetts; il Carletto talco miniera, vicino a Chester, Windsor Co., Vermont; vicino a Media, Delaware Co., Pennsylvania; il deposito del Day Book, vicino a Spruce Pine, Mitchell Co., North Carolina; in California, presso la cava Winchester, Riverside Co., e vicino a Coee Creek, Carrville, Trinity Co.; nel Rame Miniera regina, Prairie Divide, Park Co., Colorado. Da Munglinup, Australia occidentale.

Testimonianze

Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.

Handbookofmineralogy.org. (2019). Manuale di Mineralogia. [in linea] Disponibile su: http://www.handbookofmineralogy.org [Accesso 4 marzo 2019].

Mindat.org. (2019). Antofillite: informazioni sui minerali, dati e località.. [online] Disponibile su: https://www.mindat.org/ [Accesso. 2019].