Foto aerea che mostra la distruzione nel centro della città di Kahramanmaras, nel sud della Turchia, giovedì 9 febbraio 2023. Migliaia di persone hanno perso la casa in un evento catastrofico terremoto si rannicchiavano attorno ai fuochi e chiedevano a gran voce cibo e acqua nel freddo pungente, tre giorni dopo che il terremoto e una serie di scosse di assestamento avevano colpito la Turchia e la Siria. (IHA tramite AP)

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 è stato un terremoto di magnitudo 7.8 che ha colpito la Turchia meridionale e centrale e la Siria settentrionale e occidentale il 6 febbraio 2023. L'epicentro era a 37 km (23 miglia) a ovest-nord-ovest di Gaziantep. Il terremoto ha avuto un'intensità massima Mercalli di XII attorno all'epicentro e ad Antakya. È stato seguito da un terremoto Mw 7.7 alle 13:24. Questo terremoto è stato centrato a 95 km (59 miglia) a nord-nordest dal primo. Ci sono stati danni diffusi e decine di migliaia di vittime.

Il terremoto è stato causato da faglie trascorrenti superficiali. La regione è sismicamente attiva grazie alla sua posizione nell'Anatolia settentrionale Guasto, un'importante linea di faglia che attraversa la Turchia. Il terremoto è stato il più forte a colpire la Turchia dal terremoto di Düzce del 1999 e uno dei più forti a colpire la Siria dal terremoto di Hama del 1987.

Il terremoto ha causato danni diffusi sia in Turchia che in Siria. In Turchia, le province più colpite sono state Gaziantep, Hatay e Kahramanmaraş. In Siria, le province più colpite sono state Aleppo, Idlib e Raqqa. Il terremoto ha anche causato danni nei paesi vicini, tra cui Iraq, Libano e Giordania.

Si stima che il terremoto abbia ucciso oltre 55,000 persone, ferito quasi 130,000 persone e sfollato milioni di persone. È uno dei più mortali terremoti nella storia recente.

Il terremoto ha avuto un impatto significativo sulla regione. Ha causato danni diffusi alle infrastrutture, comprese strade, ponti ed edifici. Ha anche causato un diffuso dissesto economico. Il terremoto ha avuto anche un impatto significativo sulla situazione umanitaria nella regione. Milioni di persone sono state sfollate dalle loro case e molte hanno bisogno di cibo, acqua, riparo e cure mediche.

La comunità internazionale ha risposto al terremoto con una quantità significativa di aiuti. Le Nazioni Unite hanno lanciato un appello per 1 miliardo di dollari in aiuti e molti paesi si sono impegnati a contribuire. Il terremoto ha anche evidenziato la necessità di una migliore preparazione ai terremoti nella regione.

  • Data e ora: 6 febbraio 2023, alle 12:34 ora locale
  • Sede: Turchia meridionale e centrale e Siria settentrionale e occidentale
  • Grandezza: 7.8
  • Massima intensità Mercalli: XII (Estremo)
  • Vittime: Nel corso 55,000
  • Infortuni: Quasi 130,000
  • Dislocamento: Milioni
  • Danno: Danni diffusi alle infrastrutture, comprese strade, ponti ed edifici
  • Disagi economici: Perturbazione economica significativa
  • Situazione umanitaria: Milioni di persone sfollate dalle loro case, bisognose di cibo, acqua, riparo e cure mediche
  • Risposta internazionale: Le Nazioni Unite hanno lanciato un appello per 1 miliardo di dollari in aiuti, molti paesi si sono impegnati a contribuire
  • Necessità di una migliore preparazione ai terremoti: Il terremoto ha evidenziato la necessità di una migliore preparazione sismica nella regione

Causa del terremoto

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 è stato causato da faglie trascorrenti superficiali. Questo tipo di faglia si verifica quando due placche tettoniche scivolano l'una sull'altra orizzontalmente. Nel caso del terremoto del 2023, la placca araba stava scivolando oltre la placca anatolica.

La faglia dell'Anatolia settentrionale è un'importante linea di faglia che attraversa la Turchia. È una faglia di trasformazione, il che significa che le due placche si muovono in direzioni opposte. La faglia è responsabile di molti terremoti in Turchia, tra cui il terremoto di Düzce del 1999 e il terremoto di İzmit del 1999.

Il terremoto del 2023 è stato il più forte che ha colpito la Turchia dal terremoto di Düzce del 1999. È stato anche uno dei più forti terremoti che hanno colpito la Siria dal terremoto di Hama del 1987. Il terremoto ha causato danni diffusi in entrambi i paesi e si stima che abbia ucciso oltre 55,000 persone.

Il terremoto ha evidenziato la necessità di una migliore preparazione sismica nella regione. La faglia dell'Anatolia settentrionale è una regione sismicamente attiva e vi è un alto rischio di futuri terremoti. I paesi della regione dovrebbero adottare misure per migliorare la loro preparazione ai terremoti, come la costruzione di strutture resistenti ai terremoti e l'educazione delle persone sulla sicurezza sismica.

Contesto geologico

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 si è verificato in una regione geologicamente attiva a causa della sua posizione sulla faglia dell'Anatolia settentrionale. La faglia dell'Anatolia settentrionale è un'importante linea di faglia che attraversa la Turchia e la Siria. È una faglia di trasformazione, il che significa che le due placche si muovono in direzioni opposte. La faglia è responsabile di molti terremoti in Turchia, tra cui il terremoto di Düzce del 1999 e il terremoto di İzmit del 1999.

La regione in cui si è verificato il terremoto del 2023 si trova anche nella regione del Mediterraneo orientale, che è una regione sismicamente attiva. La regione del Mediterraneo orientale si trova all'intersezione di tre placche tettoniche: la placca araba, la placca africana e la placca euroasiatica. Queste placche si muovono in direzioni diverse, il che crea molto stress nella regione. Questo stress può portare ai terremoti.

Il terremoto del 2023 è stato il più forte che ha colpito la Turchia dal terremoto di Düzce del 1999. È stato anche uno dei più forti terremoti che hanno colpito la Siria dal terremoto di Hama del 1987. Il terremoto ha causato danni diffusi in entrambi i paesi e si stima che abbia ucciso oltre 55,000 persone.

Il terremoto ha evidenziato la necessità di una migliore preparazione sismica nella regione. La faglia dell'Anatolia settentrionale è una regione sismicamente attiva e vi è un alto rischio di futuri terremoti. I paesi della regione dovrebbero adottare misure per migliorare la loro preparazione ai terremoti, come la costruzione di strutture resistenti ai terremoti e l'educazione delle persone sulla sicurezza sismica.

Ecco alcuni dettagli aggiuntivi sul contesto geologico del terremoto Turchia-Siria del 2023:

  • Il terremoto si è verificato a una profondità di 10 chilometri (6.2 miglia).
  • Il terremoto è stato preceduto da una serie di scosse premonitrici, ed è stato seguito da scosse di assestamento che si sono protratte per diversi mesi.
  • Il terremoto ha causato danni diffusi a edifici e infrastrutture sia in Turchia che in Siria.
  • Si stima che il terremoto abbia ucciso oltre 55,000 persone e ferito quasi 130,000 persone.
  • Il terremoto ha avuto un impatto significativo sull'economia sia della Turchia che della Siria.

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 ricorda il rischio sismico esistente nella regione del Mediterraneo orientale. I paesi della regione dovrebbero adottare misure per migliorare la loro preparazione ai terremoti al fine di mitigare l'impatto dei futuri terremoti

Impatto sulla regione

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 ha avuto un impatto significativo sulla regione. Il terremoto ha causato danni diffusi a edifici e infrastrutture sia in Turchia che in Siria. Si stima che abbia ucciso oltre 55,000 persone e ferito quasi 130,000 persone. Il terremoto ha avuto anche un impatto significativo sull'economia di entrambi i paesi.

Ecco alcuni degli impatti specifici del terremoto sulla regione:

  • Danni alle infrastrutture: Il terremoto ha causato danni diffusi a edifici e infrastrutture sia in Turchia che in Siria. In Turchia, le province più colpite sono state Gaziantep, Hatay e Kahramanmaraş. In Siria, le province più colpite sono state Aleppo, Idlib e Raqqa. Il terremoto ha anche causato danni nei paesi vicini, tra cui Iraq, Libano e Giordania.
  • Perdita della vita: Si stima che il terremoto abbia ucciso oltre 55,000 persone e ferito quasi 130,000 persone. È uno dei terremoti più letali della storia recente.
  • Disagi economici: Il terremoto ha avuto un impatto significativo sull'economia sia della Turchia che della Siria. Il terremoto ha causato la chiusura di attività commerciali e ha interrotto le reti di trasporto e comunicazione. Si stima che la ricostruzione del terremoto costerà miliardi di dollari.
  • Crisi umanitaria: Il terremoto ha creato una crisi umanitaria nella regione. Milioni di persone sono state sfollate dalle loro case e molte hanno bisogno di cibo, acqua, riparo e cure mediche. La comunità internazionale ha risposto al terremoto con una quantità significativa di aiuti, ma ne servono altri.

Il terremoto Turchia-Siria del 2023 ricorda il rischio sismico esistente nella regione del Mediterraneo orientale. I paesi della regione dovrebbero adottare misure per migliorare la loro preparazione ai terremoti al fine di mitigare l'impatto dei futuri terremoti.

Risposta internazionale

La comunità internazionale ha risposto al terremoto Turchia-Siria del 2023 con una quantità significativa di aiuti. Le Nazioni Unite hanno lanciato un appello per 1 miliardo di dollari in aiuti e molti paesi si sono impegnati a contribuire.

Ecco alcuni dei paesi che hanno risposto al terremoto con gli aiuti:

  • Stati Uniti: Gli Stati Uniti hanno promesso aiuti per 100 milioni di dollari.
  • Unione europea: L'Unione Europea ha promesso aiuti per 50 milioni di euro.
  • Tacchino: La Turchia ha promesso aiuti per 500 milioni di dollari.
  • Arabia Saudita: L'Arabia Saudita ha promesso aiuti per 200 milioni di dollari.
  • Qatar: Il Qatar ha promesso aiuti per 100 milioni di dollari.

La comunità internazionale ha anche fornito aiuti umanitari alla regione. Questo aiuto ha incluso cibo, acqua, riparo e cure mediche.

La risposta internazionale al terremoto Turchia-Siria del 2023 è stata significativa. Tuttavia, è necessario di più. La regione si sta ancora riprendendo dal terremoto e c'è bisogno di aiuti continui.

Ecco alcuni dei modi in cui puoi aiutare le vittime del terremoto Turchia-Siria del 2023:

  • Dona a un'organizzazione di soccorso: Ci sono molte organizzazioni umanitarie che stanno lavorando per aiutare le vittime del terremoto. Puoi donare a una di queste organizzazioni per aiutarle a continuare il loro lavoro.
  • Offri il tuo tempo: Ci sono anche molte opportunità di fare volontariato per aiutare le vittime del terremoto. Puoi trovare opportunità di volontariato attraverso organizzazioni di soccorso o agenzie governative locali.
  • Sensibilizzare: Puoi aiutare a diffondere la consapevolezza sul terremoto condividendo informazioni su di esso sui social media o con i tuoi amici e familiari.