Il Realgar, noto anche come "zolfo rubino" o "solfuro di arsenico", è un minerale naturale composto da arsina e zolfo con la formula chimica As₄S₄. È classificato come minerale di solfuro di arsenico e si trova tipicamente in associazione con altri minerali nelle vene idrotermali e vulcaniche depositi. Il Realgar è noto per il suo sorprendente colore dal rosso al rosso-arancio ed è stato storicamente utilizzato come pigmento nei coloranti, nonché nella medicina tradizionale cinese.

Forma : Il Realgar è da trasparente a traslucido e tipicamente si presenta sotto forma di cristalli tabulari o prismatici. Si può trovare anche in forme granulose o massicce.

Colore: La sua caratteristica più distintiva è il colore dal rosso brillante al rosso-arancio. Questa colorazione è dovuta al suo contenuto di arsenico.

si utilizza: Realgar è stato utilizzato per vari scopi nel corso della storia. Nell'antichità veniva utilizzato come pigmento rosso nelle vernici e nei coloranti, in particolare nelle opere d'arte cinesi e persiane. Veniva utilizzato anche nella medicina tradizionale cinese per le sue presunte proprietà terapeutiche, sebbene sia tossico e abbia oggi un uso medicinale limitato.

Tossicità: Il Realgar è altamente tossico a causa del suo contenuto di arsenico. Ingerire o inalare Realgar può portare all’avvelenamento da arsenico, che può avere gravi conseguenze sulla salute. Per questo motivo il suo utilizzo nell’arte e nella medicina è stato in gran parte sostituito da alternative più sicure.

Avvenimento: Realgar si trova in varie località del mondo, tra cui Cina, Russia, Romania, Perù e Stati Uniti. Si forma spesso nelle vene idrotermali associate ad altri minerali simili orpimento (un altro minerale di solfuro di arsenico), quarzoe cinabro.

Sicurezza: La manipolazione del realgar richiede precauzioni a causa della sua tossicità. Non deve essere ingerito, inalato o messo a contatto con la pelle senza un'adeguata protezione.

Significato storico: Realgar ha una lunga storia di utilizzo nell'arte e nella cultura. Nell'antica Cina veniva utilizzato nei dipinti e come ingrediente nella produzione di fuochi d'artificio. Era anche associato all'alchimia e si credeva avesse proprietà mistiche.

Polimorfismo e serie: Trimorfo con alacr´anite e pararealgar

Nome: Dall'arabo rahj al ghar per polvere della miniera

Associazione: Orpimento, arsenolite, altri minerali di arsenico, calcite, barite

Cristallografia: Monoclino; prismatico. Trovato in cristalli prismatici corti, striati verticalmente. Spesso granuloso da grossolano a fine e spesso terroso e come un'incrostazione.

Composizione: Monosolfuro di arsenico, AsS. As = 70.1%, S = 29.9%.

Funzioni diagnostiche: Il Realgar si distingue per il colore rosso, la lucentezza resinosa e l'associazione quasi invariabile con l'orpimento. La sua striatura rosso-arancione serve a distinguerlo dagli altri minerali rossi

Sebbene il realgar abbia un significato storico e proprietà interessanti, la sua natura tossica ne ha limitato l'uso nelle applicazioni contemporanee. Interessa principalmente i collezionisti di minerali e i ricercatori che studiano campioni mineralogici.

Proprietà chimiche di Realgar

Classificazione chimica Minerale di solfuro
Composizione chimica As4S4 o AsS

Proprietà fisiche di Realgar

Colore Dal rosso al giallo-arancio; in sezione lucida, grigio chiaro, con abbondanti riflessi interni dal giallo al rosso
Striscia Da rosso-arancio a rosso     
Luster Da resinoso a grasso
sfaldamento Buono su {010}; meno su {101}, {100}, {120} e {110}
Diafanità Indicazione
Mohs Durezza 1.5-2
Peso specifico 3.56
Proprietà diagnostiche Tossico e cancerogeno. Si disintegra con una lunga esposizione alla luce formando una polvere composta da pararealgar o arsenolite e orpimento.
Sistema di cristallo monoclino
Tenacia Sectile
Densità 3.56 g/cm3 (misurato) 3.59 g/cm3 (calcolato)

Proprietà ottiche di Realgar

Realgar ottico PPL e XPL
Tipologia Anisotropico
Colore / Pleocroismo Da quasi incolore a giallo dorato pallido
Gemellaggio Contatta i gemelli su {100}
Segno ottico Biassiale (-)
Birifrangenza δ = 0.166
Sollievo Molto alto

Evento e formazione di Realgar

Il Realgar, noto anche come “zolfo rubino” o “solfuro di arsenico”, si trova naturalmente in vari contesti geologici. La sua formazione è strettamente legata a specifici processi e ambienti geologici. Ecco uno sguardo più da vicino alla comparsa e alla formazione del realgar:

Evento:

  1. Vene idrotermali: Realgar si trova comunemente in idrotermale depositi venosi. Queste vene si creano quando fluidi caldi e ricchi di minerali circolano attraverso le fratture rocce e poi raffreddano e depositano i minerali quando entrano in contatto con la roccia circostante. Realgar può precipitare da tale fluidi idrotermali quando le condizioni sono giuste.
  2. Ambienti vulcanici: Si può trovare anche in ambienti vulcanici, spesso associato a fumarole e sorgenti termali. In questi ambienti, il realgar può formarsi a causa dei gas vulcanici e dell'attività idrotermale.
  3. Rocce sedimentarie: Il Realgar può occasionalmente essere presente nelle rocce sedimentarie, tipicamente come risultato di processi secondari. Può formarsi a causa di alterazione di altri minerali di arsenico o la deposizione di fluidi contenenti arsenico.
  4. Minerali associati: Il Realgar si trova spesso in associazione con altri minerali, tra cui l'orpimento (un altro minerale di solfuro di arsenico), il cinabro (solfuro di mercurio), pirite (ferro solfuro) e vari solfuri e solfosali.

Formazione: La formazione del realgar è il risultato dell'interazione di arsenico e zolfo in condizioni geologiche specifiche. Ecco una spiegazione semplificata di come si forma Realgar:

  1. Fonte di arsenico e zolfo: L'arsenico e lo zolfo devono essere presenti nell'ambiente geologico. Questi elementi possono provenire da processi magmatici nelle profondità della crosta terrestre o da altri minerali contenenti arsenico e zolfo.
  2. Attività idrotermale: I fluidi idrotermali, che sono tipicamente soluzioni calde e ricche di minerali, svolgono un ruolo significativo. Questi fluidi spesso provengono da camere magmatiche in profondità nel sottosuolo e migrano attraverso fratture e fessure nelle rocce.
  3. Precipitazione: Quando questi fluidi idrotermali incontrano condizioni che favoriscono la precipitazione, come una diminuzione della temperatura o un cambiamento nella pressione o nella composizione chimica, i componenti di arsenico e zolfo possono combinarsi per formare cristalli di realgar.
  4. Raffreddamento e solidificazione: Man mano che i fluidi si raffreddano e si solidificano, i cristalli di realgar possono crescere all'interno delle fratture e delle cavità della roccia circostante.
  5. Crescita cristallina: I cristalli di Realgar possono esibire varie abitudini, comprese forme tabulari o prismatiche, a seconda delle condizioni specifiche durante la loro crescita.

È importante notare che la formazione del realgar è strettamente legata alla storia geologica e alle condizioni locali di una determinata area. Di conseguenza, il realgar può essere trovato in diversi contesti geologici in tutto il mondo, spesso in associazione con altri minerali. Tuttavia, la sua tossicità significa che deve essere maneggiato con cautela e non ingerito, inalato o messo a contatto con la pelle senza adeguate precauzioni di sicurezza.

Fonti e distribuzione mineraria di Realgar

Il Realgar, un minerale composto da arsenico e zolfo, si trova in varie località del mondo. Le sue fonti minerarie e la sua distribuzione sono influenzate dai processi geologici e dalla presenza di specifici depositi minerali. Ecco una panoramica di alcune delle regioni in cui viene estratto o è stato trovato il realgar:

  1. Cina: La Cina è stata storicamente una delle fonti più significative di realgar. È particolarmente associato a regioni come Hunan, Guizhou e Mongolia Interna. La provincia di Hunan, in particolare, è da secoli un importante produttore di realgar. Il Realgar cinese è molto apprezzato per il suo utilizzo nella medicina tradizionale cinese, nonché nelle pratiche artistiche e culturali.
  2. Russia: I depositi di Realgar si trovano anche in Russia, con occorrenze notevoli in regioni come i Monti Altai e l'Estremo Oriente. Il realgar russo è stato utilizzato nella medicina tradizionale e occasionalmente nelle collezioni di minerali.
  3. Perù: Il Perù è stato un altro luogo in cui è stato estratto il realgar. È spesso associato ad altri minerali come orpimento, cinabro e pirite nei depositi minerali. La presenza del realgar in Perù ha suscitato interesse tra i collezionisti di minerali.
  4. Romania: In Romania sono stati riscontrati casi di realgar, spesso trovato in associazione con altri minerali solforati. Le attività minerarie in Romania hanno preso di mira vari minerali, incluso il realgar.
  5. Stati Uniti: Negli Stati Uniti, il realgar può essere trovato in alcune regioni, sebbene la sua presenza sia relativamente limitata rispetto ad altri paesi. Sono stati segnalati depositi di realgar in luoghi come il Nevada e lo Utah.
  6. Altre occorrenze: Il Realgar può essere trovato anche in altri paesi, tra cui Messico, Marocco, Giappone e Italia, tra gli altri. Tuttavia, la sua distribuzione non è diffusa e gli eventi sono spesso localizzati.

È importante notare che l'estrazione del realgar è diminuita nel corso degli anni a causa di diversi fattori:

  • Preoccupazioni ambientali: l'estrazione mineraria del Realgar può avere impatti ambientali e la tossicità dell'arsenico rende preoccupante la sua gestione e smaltimento.
  • Rischi per la salute: i rischi per la salute associati alla manipolazione del realgar, poiché contiene composti tossici di arsenico, hanno portato a una diminuzione del suo utilizzo nella medicina tradizionale e nell'arte.
  • Disponibilità di alternative: alternative più sicure per pigmenti e scopi medicinali hanno ampiamente sostituito il realgar nelle applicazioni moderne.

Come risultato di questi fattori, l’estrazione del realgar non è più diffusa come una volta e il suo utilizzo è diventato più limitato e specializzato. Tuttavia, rimane di interesse per i collezionisti di minerali e i ricercatori che studiano i campioni mineralogici.

Aree di applicazione e utilizzo

L'uso del realgar (solfuro di arsenico) si è evoluto nel tempo e le sue applicazioni e usi sono diventati più limitati a causa della sua natura tossica. Storicamente, il realgar aveva varie applicazioni, ma oggi i suoi usi sono principalmente limitati ad aree di nicchia. Ecco alcune delle aree di applicazione e utilizzo di realgar:

  1. Medicina tradizionale cinese (MTC): Il Realgar ha una lunga storia di utilizzo nella medicina tradizionale cinese, dove è noto come “Xionghuang” o “arsenico rosso”. È stato utilizzato in piccole quantità nelle formulazioni della MTC per le sue presunte proprietà terapeutiche, compreso il suo utilizzo nel trattamento di malattie della pelle, parassiti e come antisettico. Tuttavia, a causa della sua elevata tossicità, il suo utilizzo nella medicina tradizionale cinese è diminuito in modo significativo e si preferiscono alternative più sicure.
  2. Arte e pigmenti: Nell'antichità il realgar veniva utilizzato come pigmento rosso nell'arte e nella produzione di vernici e coloranti. Era particolarmente utilizzato nelle opere d'arte cinesi e persiane per il suo vivido colore rosso. Tuttavia, la sua natura tossica e lo sbiadimento nel tempo hanno portato all’uso di pigmenti alternativi e non tossici nell’arte moderna.
  3. pirotecnica: Il Realgar veniva utilizzato nella produzione di fuochi d'artificio e articoli pirotecnici grazie alla sua capacità di produrre fiamme rosso vivo quando bruciato. Tuttavia, i problemi di sicurezza e la disponibilità di sostanze chimiche più sicure ne hanno ridotto l’uso nella moderna produzione di fuochi d’artificio.
  4. Raccolta di minerali: Realgar, con il suo caratteristico colore rosso e le forme cristalline, interessa collezionisti e appassionati di minerali. Gli esemplari di realgar vengono raccolti a scopo espositivo e di studio.
  5. Ricerca e uso di laboratorio: Realgar può essere utilizzato nella ricerca di laboratorio per le sue proprietà chimiche. Tuttavia, sono necessarie rigorose precauzioni di sicurezza quando lo si maneggia a causa della sua tossicità.

È importante sottolineare che la natura tossica del realgar (composti dell'arsenico) comporta rischi significativi per la salute e il suo utilizzo in molte applicazioni tradizionali e industriali è stato in gran parte sostituito da alternative più sicure. In molti casi, l’uso del realgar è stato scoraggiato o addirittura proibito per motivi di salute e ambientali.

Nel complesso, sebbene il realgar abbia un significato storico e alcune applicazioni di nicchia, il suo utilizzo è diminuito nel tempo a favore di alternative più sicure e rispettose dell’ambiente. Gli utenti e i collezionisti di realgar dovrebbero prestare attenzione e seguire le linee guida di sicurezza per ridurre al minimo l'esposizione alle sue proprietà tossiche.

Referenze

  • Bonewitz, R. (2012). Rocce e minerali. 2a ed. Londra: pubblicazione DK.
  • Handbookofmineralogy.org. (2019). Manuale di Mineralogia. [online] Disponibile all'indirizzo: http://www.handbookofmineralogy.org [accesso effettuato il 4 marzo 2019].
  • Mindat.org. (2019). Realgar: Mineral information, data and localities.. [online] Disponibile su: https://www.mindat.org/min-727.html [Consultato il 4 marzo 2019].